Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Disposto il solo obbligo di dimora nel comune di Cassola per il 31enne Marco Melchiori

IL PIZZAIOLO-PUSHER RISPONDE AL GIUDICE E VIENE LIBERATO

Il giovane era stato beccato con qusi un chilo di marijuana in auto


SAN ZENONE DEGLI EZZELINI – (gp) Poteva scegliere la via del silenzio, basarsi sulle contestazioni degli inquirenti e puntare a ridurre la pena con un rito alternativo. Ma Marco Melchiori, 31enne pizzaiolo residente a San Zenone degli Ezzelini, ha deciso di rispondere alle domande gip Elena Rossi e raccontare la propria verità, ottenendo come misura cautelare il solo obbligo di dimora nel comune di Cassola, dove il giovane lavora. Melchiori, dopo due notti passate nel carcere di santa Bona, è dunque tornato in libertà in attesa di giudizio dopo essere stato beccato dalla Squadra Mobile di Treviso con quasi un chilo di marijuana nascosta nel bagagliaio della sua Citroen C2. Il controllo era avvenuto martedì pomeriggio lungo la Castellana tra Vedelago e Castelfranco Veneto. Alla vista degli agenti l'uomo, che viaggiava in auto con un'amica e ha un precedente sempre legato allo spaccio risalente a due anni fa, si è agitato un po' troppo. Nascosta in un sacchetto di plastica di un supermercato, a sua volta infilato in una scatola da scarpe e infine racchiuso in un altro sacchetto, c'era infatti quella che all'apparenza sembrava una mezza pagnotta ma che in realtà era un involucro che conteneva 942 grammi di cannabis. Secondo gli inquirenti lo stupefacente era destinato al mercato vicentino: a circa dieci euro al grammo, avrebbe fruttato un cospicuo incasso. Le indagini comunque continuano per capire chi abbia fornito la droga al 31enne.