Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Continua la battaglia di Claudio, figlio del tenore scomparso, per i diritti d'immagine

DEL MONACO ACCUSA MARCON DI TRUFFA, USURA ED ESTORSIONE

Seconda diffida per il presidente dell'Istituto lirico "Mario Del Monaco"


TREVISO – (gp) Continua la guerra tra Claudio Del Monaco e Odino Marcon. E stavolta l'attacco sferrato dal figlio del tenore scomparso rischia di mettere al tappeto il presidente dell'Istituto lirico “Mario Del Monaco”. Dopo la querela per diffamazione presentata la scorsa settimana nei confronti dell'avvocato Fabio Amadio, ultimo tassello della battaglia giudiziaria con un assicuratore di Preganziol, e la lettera di diffida inviata l'11 aprile a Odino Marcon in cui gli venivano concessi otto giorni di tempo per ritirare dal commercio pubblicazioni, per eliminare dalla rete qualsiasi file, foto o documento, e per cancellare qualunque collegamento con il nome di Mario Del Monaco, ora Claudio ha deciso di non andare tanto per il sottile e, con un'altra lettera di diffida, accusa Odino Marcon di “essersi fatto consegnare beni e memorabilia appartenenti a Mario Del Monaco, di ingentissimo valore economico e affettivo”. Il tutto “approfittando di una situazione di disagio” in cui versava Claudio Del Monaco. Dando anche in questo caso otto giorni di tempo per restituire tutto quello che è stato ottenuto “mediante mezzi non leciti”, Claudio Del Monaco avverte che agirà in sede giudiziaria perchè nella condotta di Odino Marcon sarebbero “individuabili i delitti di truffa, usura ed estorsione”. Accuse pesanti che, in caso di colpevolezza, comporterebbero una condanna tutt'altro che morbida. E a rischiare una querela per concorso in usura c'è anche una pittrice. La donna, raggiunta da una lettera di Claudio Del Monaco in cui viene informata della diffida inviata a Odino Marcon, verrà infatti chiamata in causa qualora il presidente dell'Istituto lirico non assecondasse le richieste di Claudio Del Monaco. In particolare alla donna viene contestato di aver versato 2 mila euro, somma “irrisoria rispetto all'effettivo valore dei beni”, per far acquistare quattro dipinti a Odino Marcon. Nel caso in cui l'uomo non dovesse restituirli, Claudio Del Monaco agirà anche contro di lei querelandola per concorso in usura. Insomma, entro domenica 22 aprile tutto il materiale in possesso di Odino Marcon appartenente al tenore Mario Del Monaco dovrà tornare nelle mani di Claudio, altrimenti scatteranno le denunce alla magistratura.