Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/217: IL GOLF FINALMENTE VA IN TELEVISIONE

Sul campo di Ca' della Nave registrata la trasmissione di Bucarelli e Lanza


MARTELLAGO - È ben noto il disappunto del golfista che non è abbonato Sky, per non aver l’opportunità di vedere in chiaro le partite di golf nei programmi nazionali, seppur costretto a pagare il canone Rai. Non saprei a cosa ascrivere questo svantaggio sulla testa degli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

"La pubblica amministrazione non cambia, imprenditori frustrati"

IMPRENDITORI E SINDACATI AI COMUNI: "IMU AL MINIMO"

Vardanega: "Per recuperare risorse, unire servizi e uffici"


TREVISO - Razionalizzare la macchina pubblica, per recuperare risorse e consentire, così, di ridurre la pressione fiscale su famiglie e imprese. E' l'appello lanciato in modo congiunto da associazioni imprenditoriali e sindacati della Marca. Imprenditori e lavoratori trevigiani alleati per lanciare un allarme: l'Imu la nuove imposta sugli immobili, rischia di portare un aggravio insostenibile per famiglie e imprese, con aumenti dal 35 fino anche al 100% rispetto a quanto pagato l'anno scorso con la vecchia Ici. L'ennesima stangata di una tassazione già a livelli insopportabili per un sistema produttivo alle prese con la crisi e il crollo dei consumi. Da qui dunque, l'appello ai Comuni perchè mantengano al minimo l'aliquota sulla nuova imposta. Ma soprattutto perchè avviino un processo di efficienza e contenimento delle spese, a partire dall'aggregazione dei servizi e delle amministrazioni più piccole. Questa secondo i promotori, è l'unica via alternativa all'applicare nuove tasse.

Come sottolinea ai nostri microfoni, il presidente di Unindustria Treviso, Alessandro Vardanega.