Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Confederali spaccati sull'idea di ridurre le sanzioni per salvare le imprese

"IL SINDACATO NON DIFENDE CHI EVADE, UN EURO COME UN MILIONE"

Il segretario della Uil Confortin contro la proposta di Barbiero (Cgil)


TREVISO - La proposta di Paolino Barbiero, leader della Cgil trevigiana, di uno “sconto” agli imprenditori evasori per salvare le aziende, spacca il sindacato della Marca. “Un messaggio del tutto sbagliato” attacca Antonio Confortin, segretario provinciale della Uil. Per Confortin in questo modo si finisce per giustificare le irregolarità verso il Fisco: “Grande o piccola l'evasione va sempre condannata. Barbiero parla a titolo personale, ma una cosa del genere poteva proprio risparmiarsela. Come Uil non siamo affatto d'accordo”.

Ecco le parole di Antonio Confortin, numero uno della Uil provinciale.