Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Treviso, nessun segno di scasso e allarme non inserito: indaga la squadra mobile

LEGATA E RAPINATA IN CASA LA FIGLIA DEL GIOIELLIERE GIRALDO

Agguato al rientro a casa, banditi spariti con 100mila euro in gioielli


TREVISO - (nc) Hanno aspettato in casa il rientro della figlia del noto gioielliere Luciano Giraldo, Lucia, per poi bendarla, legarla mani e polsi, rinchiuderla nella sala caldaie e poi forzare con comodo la cassaforte, utilizzando la fiamma ossidrica. E' di 100mila euro in gioielli il bottino di una rapina in casa messa a segno da una banda composta da almeno tre malviventi risalente allo scorso primo aprile e su cui ora indaga la squadra mobile di Treviso. La 44enne, madre di due figlie, abita al piano di sotto di un'abitazione in cui vive anche l'anziano padre Luciano che è assistito da una badante romena: l'uomo, 82 anni, non si sarebbe però reso conto di nulla. La donna era rientrata in casa poco dopo le 22.30: una volta varcato l'uscio è stata subito bloccata, senza avere il tempo di poter urlare, chiedere aiuto. La 44enne riuscirà a liberarsi solo un'ora dopo dalla sala caldaie in cui è stata rinchiusa, bendata e legata mani e polsi con del filo elettrico. Alcuni elementi d'indagine, condotta dalla squadra mobile di Treviso, presentano però dei lati oscuri: non ci sarebbero segni evidenti di scasso ed inoltre l'allarme, inserito, non è misteriosamente scattato. I ladri, con accento italiano secondo il racconto della donna, sapevano fin troppo bene dove avrebbero trovato la cassaforte piena zeppa di preziosi. Ai nostri microfoni le parole di Roberto Della Rocca, capo della squadra mobile di Treviso e di Luciano Giraldo.

Galleria fotograficaGalleria fotografica