Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Domenica l'elezione dei nuovi vertici della banca di Monastier

SFIDA ALLA MONSILE "IL CDA PROVA A BLINDARSI"

Si presentano i candidati indipendenti al consiglio di amministrazione


TREVISO - Domenica prossima, correranno anche loro per l'elezione del nuovo consiglio di amministrazione della Banca di Monastier e del Sile, una delle maggiori banche di credito cooperativo della Marca. Maria Angela Pasquini, consulente aziendale e revisore Emilio Mauro, Pierina Miglioranza ed Eugenio Torresan si sono candidati come indipendenti, contro la lista “istituzionale” proposta dal cda uscente. Una candidatura – spiegano – per riportare maggiore trasparenza nella gestione, coinvolgere di più la base sociale nelle scelte strategiche e ridare tranquillità ai soci, oggi choccati dalle polemiche degli ultimi mesi. “Ritroviamoci in banca” è lo slogan degli indipendenti: ll cda in carica contestano anche la volontà di blindare la propria rielezione e il nepotismo, per l'inserimento in lista di alcuni figli di ex consiglieri. Contano di raccogliere i voti di protesta: “Il malcontento è molto diffuso tra i 4.500 soci”, assicurano. Il gruppo accusa di non essere riuscito a presentare una lista alternativa a causa dei paletti posti dagli attuali vertici a cominciare dalla necessità di far vidimare le 120 firme necessarie solo dal presidente o dai vice.  Domenica dalle 9, nell'auditorium di Ca' Tron l'assise ed il responso delle urne.