Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le Fiamme Gialle scoprono 36 violazioni

BOOM DI FRODI FISCALI NELLA MARCA 500% IN PIÙ TRA GENNAIO E APRILE

Dichiarazioni false per oltre 52 milioni di euro


TREVISO - Escalation di frodi fiscali nella Marca. E' il dato che emerge dal bilancio del primo quadrimestre 2012 della Guardia di Finanza di Treviso. Gli investigatori delle Fiamme gialle, tra gennaio e aprile, hanno individuato 36 violazioni, pari al 500% in più rispetto alle 6 dello stesso periodo del 2011. Sono state denunciate 43 persone, di cui una è stata anche arrestata. I reati fiscali scoperti – precisano dalla Guardia di Finanza – non sono legati alla crisi economica, ma a comportamenti fraudolenti progettati ed attuati scientificamente. In particolare sono state accertate 16 dichiarazioni false, sette volte tanto rispetto all'anno scorso, per un valore complessivo di poco superiore ai 51 milioni di euro. Gli uomini guidati dal colonnello Giuseppe Di Maio hanno poi individuato fatture emesse per operazioni inesistenti per un importo di quasi 9 milioni e mezzo. L'incremento per entrambe queste fattispecie è del 700%. Numerose sono le violazioni scoperte anche in materia di occultamento e distruzione di documenti contabili: 12, pari al 300% rispetto alle 3 scoperte nel 2011.