Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Doppio fascicolo aperto sull'incidente all'Appiani: indaga anche la procura militare

SPARA PER SBAGLIO AL COLLEGA: FINANZIERE SOTTO INCHIESTA

Il reato è di lesioni colpose: si attende che la prognosi venga sciolta


TREVISO – (gp) Potrebbe concludersi con un semplice provvedimento disciplinare oppure finire in un'aula di tribunale (anche militare) il caso del ferimento di un finanziere di 38 anni colpito alla gamba da un proiettile partito per sbaglio dalla pistola mitragliatrice di un collega. Il caso, avvenuto poco dopo le 12 nel parcheggio interrato dell'Appiani, è finito sul tavolo del sostituto procuratore Valeria Sanzari che non ha ancora iscritto formalmente il 40enne finanziere nel registro degli indagati ma ha già chiaro che, al termine degli accertamenti disposti (gli stessi su cui indagherebbe anche la procura militare in un fascicolo parallelo), l'ipotesi di reato verrebbe qualificata in lesioni colpose. Se gravi o no lo stabiliranno i giorni di prognosi per le ferite riportate dalla vittima. Di certo c'è che lo sparo partito dalla Beretta M12 S poteva avere conseguenze ben peggiori: l'angolatura del colpo dall'alto verso il basso e la zona colpita hanno graziato il finanziere. Il proiettile si è infatti conficcato da destra verso sinistra all'altezza del gluteo sfiorando l'arteria femorale. Ovviamente si è trattato di un incidente, e se ci sia stata o meno negligenza da parte del finanziere lo stabiliranno le indagini. Di certo c'è che la pistola non aveva la sicura e fortunatamente era impostata in modalità “sparo singolo”. Se fosse stata in modalità automatica sarebbero partiti una raffica di colpi che avrebbero potuto uccidere il collega. Tutto sommato è andata bene alla vittima che ha già ricevuto la visita in ospedale del collega il quale, ancora sotto choc per l'accaduto, gli ha presentato le proprie scuse ricevendo un abbraccio fraterno dal compagno. I vertici della guardia di finanza di Treviso non hanno ancora deciso il provvedimento da adottare nei confronti del finanziere, ma sembra inevitabile una sospensione, almeno in via temporanea.