Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In aula il prossimo 18 settembre un operaio trevigiano di 35 anni

PICCHIA E VIOLENTA LA MOGLIE: MARITO RINVIATO A GIUDIZIO

L'uomo è accusato di violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia


TREVISO - (gp) Da tempo vivevano da separati in casa e per anni avrebbe subìto in silenzio maltrattamenti e insulti. Ma l'ultima litigata, quella più violenta, si è poi conclusa con un rapporto sessuale contro la sua volontà. C'è voluto un mese prima che la donna, che di professione fa l'infermiera, trovasse il coraggio di denunciare l'ormai ex marito, un operaio 35enne di Treviso, che ieri mattina è comparso di fronte al gup Elena Rossi ed è stato rinviato a giudizio con l'accusa di violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia. L'uomo, difeso dall'avvocato Cristiano Biadene, dovrà tornare in aula per essere giudicato il prossimo 18 settembre. Stando a quanto denunciato dalla donna, che da quel matrimonio ha avuto anche tre figli, i maltrattamenti sarebbero iniziati nel 2010. Fino a quel momento il matrimonio sembrava sui giusti binari ma qualcosa tra i due non funzionava più. Prima qualche dissapore venne a galla, poi iniziarono le litigate, sempre più frequenti. Insulti che si trasformarono in soprusi e botte, tanto che in un'occasione la donna si vide costretta a recarsi al pronto soccorso dopo aver ricevuto un calcio allo stomaco che le costò 7 giorni di prognosi. L'episodio più grave, quello che poi la spinse a denunciare tutto, risale al maggio del 2011: ennesima lite in cui volarono parole grosse e qualche schiaffo. Nulla di nuovo insomma, ma quella volta il marito andò oltre, costringendola a subire un rapporto sessuale contro la sua volontà. Un abuso tenuto nascosto per trenta lunghi giorni, poi però venuto a galla. A processo l’uomo, che non ha scelto riti alternativi, vuole raccontare la sua verità: il 35enne ha infatti sempre negato i maltrattamenti, e respinto con forza l'accusa di violenza sessuale.