Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le cause: calo di vendite e difficoltà finanziarie

LA CRISI DEL LEGNO ARREDO MIETE ALTRE DUE VITTIME

Fallite la Pizzolon di Ponzano e la Ipl di Catena


PONZANO /VILLORBA - Si allunga la lista delle aziende del legno arredo trevigiano travolte dalla crisi. Sono fallite la Pizzolon Serramenti di Ponzano Veneto e la Ipl Gerotto di Catena di Villorba. La prima, fondata nel 1959 da Angelo Pizzolon come laboratorio artigianale di falegnameria, era specializzata nella realizzazione di finestre e porte-finestre, scuri e basculanti ed impiegava una quarantina di addetti. La seconda, che produceva soprattutto porte interne, contava una trentina di dipendenti, distribuiti tra la sede e lo stabilimento in comune di Villorba ed un’altra fabbrica a Nervesa della Battaglia. I lavoratori ora potranno usufruire di dodici mesi di cassa integrazione straordinaria, dopodichè si aprirà la mobilità. Alla base del dissesto, secondo i sindacati, il crollo del mercato immobiliare, ma anche le difficoltà ad ottenere credito dalla banche.