Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Ennesima bordata a Stiffoni: "Fuori dai piedi"

"DA RE? PENSI A FARE IL PRIMO CITTADINO DI VITTORIO VENETO"

Gentilini contro la candidatura alla segreteria regionale


TREVISO - “Pensi a fare il sindaco di Vittorio Veneto”. Giancarlo Gentilini non usa mezzi termini per esprimere lo scarso gradimento alla candidatura di Gianantonio Da Re alla segreteria regionale della Lega. Lo Sceriffo, che non ha mai nascosto la sua preferenza per Maroni e per Tosi, ritiene chiusa la parentesi dei bossiani e insiste per ripartire con uomini nuovi. Nota la sua benedizione per Maroni al vertice nazionale, Genty si schiera apertamente con il sindaco di Verona per la leadeship veneta. Con un'ultima staffilata: “Tosi è come me – sogghigna -. Il nuovo non sta nell'anagrafe, ma nelle idee e nel carisma”. E non risparmia neppure l'arcirivale Piergiorgio Stiffoni, ormai espulso dal partito. Reo di quello che Gentilini considera il più grave crimine: avergli rovinato l'adunata degli Alpini.