Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Oltre 1.200 pasti al giorno e cibo "islamico" per gli immigrati

GLI ALPINI TREVIGIANI FANNO DA MANGIARE AI TERREMOTATI

La cucina del campo di Finale gestita dalla Protezione civile dell'Ana


FINALE EMILIA - Gli Alpini trevigiani danno da mangiare ai terremotati dell'Emilia. La cucina del campo di Finale Emilia, una delle più grandi tendopoli dove sono ospitati gli sfollati, infatti, è gestita dalla Protezione civile della sezione di Treviso dell'Associazione nazionale alpini. Una squadra di otto persone: allertati in mattinata, sono arrivati sul posto già domenica sera. Con la loro cucina mobile servono circa 1.250 pasti al giorno. Con una difficoltà in più: l'80% degli ospiti del campo sono di origine magrebine e religione mussulmana e, dunque, occorre attenersi alle prescrizioni in materia di cibo imposte dalle norme islamiche. Ci racconta la situazione il responsabile della Protezione civile dell'Ana di Treviso, Bruno Crosato.