Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Con due bonifici il denaro sarebbe stato trasferito in Slovacchia

GLI HACKER PROSCIUGANO IL CONTO SPARITI 260MILA EURO

Imprenditrice di Preganziol vittima di una truffa web


QUARTO D'ALTINO - Dal conto corrente sono spariti 258mila euro. Con ogni probabilità una truffa on line opera di un hacker. I pirati informatici hanno violato i sistemi di sicurezza e con due bonifici hanno prosciugato il conto bancario intestato alla “Ejradi video srl”, società di Quarto d'Altino specializzata nel commercio all'ingrosso di dvd. La titolare della ditta, Sonia Ejardi, cinquantenne residente a Preganziol si è accorta dell'ammanco il 30 marzo scorso, quando ha ricevuto il rendiconto: inutile la corsa in filiale, il denaro sarebbe già stato accreditato su un conto in Slovacchia e da lì se ne sono perse le tracce. Ora la signora e il suo avvocato annunciano di essere pronti a far causa all'istituto di credito.