Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Eseguiti tutti gli interventi possibili sulla 12enne morta d'infarto a Vittorio Veneto

ELISA MORET NON POTEVA ESSERE SALVATA: SPENTE LE POLEMICHE

L'ambulanza è arrivata in 12 minuti: nessun ritardo nei soccorsi


VITTORIO VENETO – (gp) La morte di Elisa Moret, la bambina di 12 anni stroncata da un infarto sabato pomeriggio mentre si trovava alla festa di compleanno di un'amichetta nella frazione di San Lorenzo a Vittorio Veneto, non poteva essere evitata. Un malore improvviso, fulminante, inaspettato e alla ricerca di un responsabile, ma che allo stesso tempo in un attimo ha fatto cadere le polemiche sul ritardo dei soccorsi e l'assenza di un medico all'interno dell'ambulanza. Erano stati in primis i genitori della piccola a sollevare i sanitari da ogni responsabilità, e ora, a distanza di tre giorni dalla tragedia, anche la Procura di Treviso. Del caso è stato informato il magistrato di turno, il sostituto procuratore Iuri De Biasi, il quale, in assenza di denuncia da parte del padre e della madre della piccola Elisa, al momento non ha ravvisato nessuna negligenza da parte dei soccorsi e nessun ritardo. L'ambulanza partita dall'ospedale di Vittorio Veneto è arrivata sul posto in 12 minuti ma, nonostante il massaggio cardiaco praticato dalla madre della festeggiata e il successivo intervento con il defibrillatore dei sanitari del Suem 118, il cuore della piccola non ha più ripreso a battere. Il fatto che l'eliambulanza decollata dall'ospedale di Padova, poiché quella di stanza a Treviso era bloccata da un'avaria, sia arrivata qualche minuto dopo non avrebbe cambiato la situazione, così come se fosse stato presente un medico a bordo dell'ambulanza. Tutti gli interventi possibili insomma sono stati effettuati, e con tempestività.  




Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
27/05/2012 - Stroncata da un infarto
muore bambina di 12 anni