Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novitą di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 55enne triestino era finito alla sbarra per procurato allarme e minacce aggravate

FINTE LETTERE ALL'ANTRACE: 4 MESI A GERARDO DEGANUTTI

Destinatari delle missive alcuni giornalisti della redazione di Antenna Tre


TREVISO – (gp) Quattro mesi di reclusione. Questa la pena inflitta al 55enne triestino Gerardo Deganutti, finito alla sbarra per le accuse di procurato allarme e minacce aggravate per aver telefonato più volte alla redazione dell'emittente locale Antenna Tre dichiarando di aver inviato lettere all'antrace. I fatti risalgono a quasi cinque anni fa: Deganutti, secondo le accuse, avrebbe dichiarato di aver inviato alcune lettere contenenti antrace ai giornalisti Fabio Fioravanzi, Luigi Gandi e Giovanna Pastega, e annunciando di essere in procinto di inviarne altre. Telefonate che sono proseguite fino a febbraio del 2008 quando, grazie alle indagini, gli agenti erano riusciti a risalire a Deganutti, leader del Pot, Prima organizzazione triestina, associazione clandestina che ha messo a segno incendi, aggressioni e intimidazioni epistolari. Le indagini erano partite dopo che nel luglio del 2007 una busta contenente polvere bianca era stata recapitata nella redazione dell'emittente di San Biagio di Callalta, destinatario Fabio Fioravanzi. Il giornalista era da poco arrivato in redazione, accompagnato dalla collega Daniela Ribon, per condurre la «Voce del mattino». La busta indirizzata a Fioravanzi era stata però aperta e la polvere era furiuscita facendo scattare le procedure di emergenza salvo poi scoprire, grazie alle successive analisi, che era solo gesso.