Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 55enne triestino era finito alla sbarra per procurato allarme e minacce aggravate

FINTE LETTERE ALL'ANTRACE: 4 MESI A GERARDO DEGANUTTI

Destinatari delle missive alcuni giornalisti della redazione di Antenna Tre


TREVISO – (gp) Quattro mesi di reclusione. Questa la pena inflitta al 55enne triestino Gerardo Deganutti, finito alla sbarra per le accuse di procurato allarme e minacce aggravate per aver telefonato più volte alla redazione dell'emittente locale Antenna Tre dichiarando di aver inviato lettere all'antrace. I fatti risalgono a quasi cinque anni fa: Deganutti, secondo le accuse, avrebbe dichiarato di aver inviato alcune lettere contenenti antrace ai giornalisti Fabio Fioravanzi, Luigi Gandi e Giovanna Pastega, e annunciando di essere in procinto di inviarne altre. Telefonate che sono proseguite fino a febbraio del 2008 quando, grazie alle indagini, gli agenti erano riusciti a risalire a Deganutti, leader del Pot, Prima organizzazione triestina, associazione clandestina che ha messo a segno incendi, aggressioni e intimidazioni epistolari. Le indagini erano partite dopo che nel luglio del 2007 una busta contenente polvere bianca era stata recapitata nella redazione dell'emittente di San Biagio di Callalta, destinatario Fabio Fioravanzi. Il giornalista era da poco arrivato in redazione, accompagnato dalla collega Daniela Ribon, per condurre la «Voce del mattino». La busta indirizzata a Fioravanzi era stata però aperta e la polvere era furiuscita facendo scattare le procedure di emergenza salvo poi scoprire, grazie alle successive analisi, che era solo gesso.