Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Serena: "Per lo Stato siamo come mafiosi e terroristi"

"SENZA IL TRICOLORE, IL CONSIGLIO COMUNALE VERRÀ SCIOLTO"

Diffida del Prefetto al sindaco di Villorba per il 2 giugno


VILLORBA - Esporre la bandiera italiana, altrimenti il Consiglio comunale potrebbe essere sciolto. Il prefetto di Treviso ha inviato una diffida al sindaco di Villorba Marco Serena sull'obbligo di far sventolare il tricolore in occasione della Festa della Repubblica, il 2 giugno: il primo cittadino aveva annunciato l'intenzione di non esporre il vessillo nazionale ed aveva inviato un apposito ordine di servizio anche al dirigente della direzione didattica di Villorba. La prefettura, però, ricorda come la presenza delle bandiere italiana ed europea sugli edifici pubblici in questa festività sia stabilita dalla legge. Pena incappare nell'articolo 141 del Testo unico sugli enti locali, che prevede 

lo scioglimento del consiglio comunale in caso di atti contrari alla Costituzione o per gravi e persistenti violazioni di legge, nonché per motivi di ordine pubblico.

Serena annuncia che comunque non parteciperà alle manifestazioni per il 2 giugno e critica "l'inusitata violenza" dell'atto prefettizio: "Attraverso il signor Prefetto di Treviso, il ministero degli Interni ed il governo dello Stato Italiano giungono ad equiparare la mancata esibizione della bandiera della Repubblica, in occasione della ricorrenza del 02 giugno, a conclamate infiltrazioni mafiose o al compimento dal parte dell'aministrazione locale di atti di terrorismo".