Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma è festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/195: A DUBAI IL GRAN FINALE DELL'EUROPEAN TOUR

Rahm vince il torneo, classifica generale a Fleetwood


DUBAI - Con la disputa del DP World Tour Championship Dubai (16-19 novembre), è terminata al Jumeirah Golf Estates (Par 72), la stagione dell’European Tour cui hanno partecipato i primi sessanta classificati nell’ordine di merito della "Race To Dubai". Unico italiano in gara...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una chat protetta e formativa, per ragazzi tra gli 11 e i 14 anni

QWERT: IL SOCIAL NETWORK ENTRA A SCUOLA

Il progetto dell'Ulss 9 per prevenire il disagio giovanile


Tanti i giovanissimi che vogliono accedere a internet, per dialogare nelle chat, trovare nuovi amici e poter condividere idee ed opinioni.

Se fino a ieri il mondo dei social network faceva tremare i genitori, oggi questi possono stare tranquilli: nel territorio del distretto sanitario 1 di Treviso ha preso piede una nuova piattaforma, pensata esclusivamente per i ragazzi tra gli 11 e i 14 anni. Si chiama Qwert ed è un social network sicuro, formativo e “calato nel territorio” in grado di combinare il bisogno socializzante dei “nativi digitali” con la garanzia della loro sicurezza. Il progetto è dell'Azienda Ulss 9 e ha trovato la collaborazione del Comune di Treviso, dell'Ufficio scolastico provinciale e il sostegno di H-farm, del Lions Club Treviso Sile, oltre che al supporto della Polizia Postale e delle Comunicazioni.

Un modo per fare prevenzione del disagio giovanile che utilizza il linguaggio dei destinatari, e un mezzo per insegnare a fruire degli strumenti del web in modo virtuoso. Pur rimanendo strumento informale e di svago - con chat, forum di discussione, gallerie foto e video - Qwert si propone come momento di stimolo e di confronto positivo su questioni legate all'età adolescenziale e a temi di attualità. Cio' grazie all'attività di mediazione di un'équipe composta da psicologi, educatori ed operatori dell'Ulss, che interviene con il ruolo di facilitatore delle discussioni.

Nato un anno e mezzo fa, myqwert.it sta crescendo: ad oggi 950 le iscrizioni, pari al 38% degli utenti potenziali del distretto sociosanitario 1 di Treviso, e si prepara ad diffondersi anche negli altri distretti della provincia di Treviso.

Intanto, per la fine delle scuole, è previsto il quarto evento "offline": il prossimo 13 giugno, infatti, i qwerters si ritroveranno in piazza per una caccia al tesoro, con raduno, all'insegna del tema “uno per tutti, tutti per uno”.