Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Prima udienza a carico della 51ennee di Altivole arrestata lo scorso febbraio

SFIGURA IL MARITO CON L'ACIDO: MANUELA MAZZOCATO UN AULA

La donna attende trasferimento in una casa di cura per malati di gioco


ALTIVOLE – (gp) Dopo quasi quattro mesi di detenzione nel carcere Baldenich di Belluno, la 51enne di Altivole Manuela Mazzocato potrebbe uscire di galera ed essere affidata alle cure di una struttura specializzata a Teolo per recuperare i malati di gioco d'azzardo.

Questa almeno la richiesta, con tanto di parere favorevole del pm Iuri de Biasi, presentata dall'avvocato Ivana Taschin al termine della prima udienza del processo a carico della sua assistita finita di fronte al giudice per rispondere dei reati di tentata estorsione, stalking, maltrattamenti in famiglia, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

La corte si è riservata la decisione ma tutto fa presupporre che la donna, già nei prossimi giorni, possa essere scarcerata e trasferita nella casa di cura. Manuela Mazzocato è accusata di aver aggredito il compagno gettandogli contro una pentola di acqua bollente mischiata a idraulico liquido. Un gesto che gli ha procurato ustioni al volto giudicate guaribili in 30 giorni di prognosi e che lo costringeranno a sottoporsi a un intervento di chirurgia plastica. Circostanza raccontata in aula dalla stessa vittima, chiamata a testimoniare dall'accusa assieme all'assistente sociale che ha seguito i coniugi negli ultimi mesi.

Al momento agli atti c'è la versione del compagno che ha sporto denuncia contro la donna, a malincuore, proprio per offrirle un aiuto. Secondo gli inquirenti infatti per mesi Manuela Mazzocato avrebbe perseguitato il convivente con l'unico obiettivo di ottenere denaro da sperperare in gratta e vinci e videopoker. Una vera e proprio escalation che ha avuto punte di vera crudeltà soprattutto negli ultimi mesi di convivenza. Lo scorso 17 novembre la 51enne mandò in frantumi tutti i vetri del trattore del compagno, il 26 dicembre l'uomo venne aggredito a calci e pugni procurandosi lesioni al volto mentre il giorno seguente la donna lo ha minacciato con un coltello: l'obiettivo era ottenere 20mila euro per abbandonare la casa familiare non avendo un lavoro e un posto dove andare.

Ma l'impressione è che quel denaro servisse per il suo vizio legato al gioco. I continui no da parte dell'agricoltore non hanno fatto altro che rendere più feroci i tentativi della donna di ottenere soldi. Il 31 dicembre l'uomo venne ricoverato all'ospedale di Castelfranco per un forte malore: la convivente gli aveva somministrato un caffè con un potente psicofarmaco.

A nulla è servito il tentativo dell'uomo di allontanarsi per calmare la 51enne: ritornato a casa dopo un breve periodo trascorso in un “Bed and Breakfast”, Manuela Mazzoccato lo aveva aggredito gettandogli contro una pentola di acqua bollente mescolata ad idraulico liquido. Era il 13 febbraio scorso.

Ora, in attesa della decisione del giudice, la donna tornerà in tribunale il prossimo 6 luglio.