Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

E' accaduto a Noale tra gli Allievi di Venezia e Treviso

MAXI RISSA TRA BABY CALCIATORI: INTERVENGONO I CARABINIERI

Animi surriscaldati fra i tifosi e anche qualche genitore


NOALE - Tre giovanissimi calciatori, tra i 15 ed i 17 anni finiti all'ospedale con nasi e zigoni fratturati. Questo il bilancio di una maxi rissa che è scoppiata durante la partita Treviso-Venezia che si è disputata a Noale in occasione del torneo “Fratelli Pierazzo”. Sul posto sono dovute giungere anche le forze dell'ordine per evitare che la situazione degenerasse e che gli stessi genitori dei giovani prendessero parte alla rissa da saloon. La manifestazione sportiva è stata anticipatamente chiusa per decisione del giudice sportivo che potrebbe prendere per i protagonisti di questo episodio sanzioni pesantissime. Per la cronaca, sul campo, il Venezia aveva superato 4-3 i giovani biancocelesti. Ecco la versione dell'allenatore dei biancocelesti, Fabiano Fiorotto, che è anche il responsabile del settore giovanile biancoceleste. "La partita è stata davvero stupenda e spettacolare, un 4-3 per il Venezia che ha divertito tutti, tant’è vero che poi i ragazzi si sono complimentati a vicenda. Noi per la verità siamo stati anche penalizzati dall’arbitro, che a fine gara è venuto a chiederci scusa, però ok, succede, non è certo questo il problema. Purtroppo ad un certo momento dalle tribune i tifosi veneziani hanno iniziato a gridare sfottò verso la nostra società, tipo Siete dei falliti e altre varie contumelie. E devo dire che si sono beccati anche fra genitori dell’una e dell’altra parte. Ma pure questo ci può stare, anche se sono convinto che oltre certi limiti non si dovrebbe mai andare. Quel che non è accettabile invece è ciò che è successo allorchè le squadre sono uscite dagli spogliatoi, che fra l’altro sono uno di fronte all’altro: i giocatori sono venuti alle mani ed inevitabilmente è scoppiato un parapiglia. Io mi trovavo da un’altra parte del campo e non ho fatto in tempo ad intervenire direttamente, ma devo dire che il tutto è terminato abbastanza presto. Nel frattempo qualcuno aveva pensato di chiamare i carabinieri, che sono arrivati praticamente quando la rissa era già terminata. Peccato, perché fin lì la serata era stata veramente bella."