Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Treviso, non una rapina ma una "spedizione punitiva"

AGGRESSIONE DI VICOLO XV LUGLIO LA MOGLIE: "VOLEVANO UCCIDERLO"

Parla Luigina Cremonese, il marito, Michele Renosto è tornato a casa


TREVISO - “Volevano ucciderlo e forse è stato drogato prima di essere aggredito”. A parlare è Luigina Cremonese, la moglie di Michele Renosto, l'anziano aggredito la sera del 30 maggio nei pressi della sua abitazione di via XV luglio. La moglie del 72enne, ex impiegato della Telecom ora in pensione, getta un'ombra inquietante sull'episodio. L'uomo era stato aggredito e malmenato da tre malviventi a due passi dal vicino sottopasso della Noalese. Se per gli investigatori della squadra mobile quello che è successo sarebbe collegabile ad una semplice rapina di un gruppetto di sbandati, la moglie di Michele Renosto è di tutt'altro avviso. Per questioni riguardanti una proprietà della famiglia, fuori regione, Luigina Cremonese ed il marito sarebbero già stati pesantemente minacciati. Intanto Michele Renosto, tornato a casa dopo il ricovero al Ca' Foncello, sta bene ed è tornato alla vita di tutti i giorni. Queste le sue impressioni riguardanti questo episodio.