Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, decine i raggirati, cerimonie in alcune chiese della Marca

FALSO ORDINE CAVALLERESCO DECINE DI ONORIFICENZE-TRUFFA

“Santa Maria di Betlemme” nel mirino della Guardia di Finanza


TREVISO - (nc) Un trevigiano ed un pugliese, entrambi di circa 60 anni, sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza di Treviso per aver conferito illecitamente onorificenze, decorazioni e distinzioni cavalleresche per conto di l'ordine cavalleresco “Santa Maria di Betlemme” che non è però riconosciuto dallo Stato. Sono oltre 500, tra cui decine di trevigiani, le persone aderenti all'ordine che hanno ricevuto titoli e investiture durante apposite cerimonie dal sapore medievale in diverse chiese venete, tra cui una anche nella Marca. Il titolo non si negava a nessuno: bastavano poche centinaia di euro. L'indagine delle fiamme gialle era partita qualche mese fa dopo alcune segnalazioni dei cittadini. Alcuni finanzieri in borghese hanno seguito e filmato con una telecamera nascosta una di queste cerimonie (rigorosamente in latino). Le fiamme gialle hanno poi interrogato alcuni “neocavalieri” arrivando poi ad identificare gli organizzatori delle investiture-truffa. Si tratta del “Principe, Gran Maestro dell'Ordine”, il pugliese ed “Marchese Gran Cancelliere con Collare”, il trevigiano: entrambi dovranno difendersi di fronte alla Procura per aver raggirato centinaia di persone.