Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Settima edizione della rassegna dedicata ai libri e all'editoria

AL VIA LIBRIAMO, IL FESTIVAL LETTERARIO DI VICENZA

Da mercoledì 13 a domenica 17 giugno, appuntamento con gli autori


Inizia Libriamo, il festival di Vicenza dedicato al mondo dei libri e dell’editoria, promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Vicenza e organizzata dall’Associazione Culturale Zoing! Da mercoledì 13 a domenica 17 giugno, nei chiostri di santa Corona e in altri luoghi del centro storico, saranno 30 gli appuntamenti letterari e molte altre le iniziative collaterali che animeranno la città.

Tanti autori per un ricco cartellone, suddiviso in cinque filoni tematici: il festival apre con l'omaggio all'opera e alla figura dell'artista, scrittore ed editore vicentino Neri Pozza, ai cento anni dalla nascita. Interverranno il direttore editoriale della Neri Pozza Editore, Giuseppe Russo, e due critici letterari, Cesare De Michelis e Silvio Perrella.

A Neri Pozza saranno dedicati altri eventi, tra cui il convegno-tavola rotonda del sabato mattina, che avrà come tema “Neri Pozza e l’editoria, tra artigianato e Arte, Narrativa e Letteratura, Consumo e Qualità”.

“Letteratura: consumata, inesauribile” è uno dei temi proposti in questa rassegna, e proporrà un sano equilibrio tra saggista e alta letteratura e la narrativa di consumo: in programma gli incontri con Sveva Casati Modignani (“Léonie”, Sperling & Kupfer) la barcellonese Care Santos e il suo bestseller “Il colore della memoria” (Salani), Silvia Avallone che con il suo “Acciaio” (Rizzoli).

Previsti dei momenti di riflessione e approfondimento politico- sociale con il politologo Sergio Romano e il suo ultimo lavoro “La chiesa contro”, il sociologo Mauro Magatti (“La grande contrazione”, Feltrinelli), lo psicoanalista Luigi Zoja (“Paranoia”, Bollati Boringhieri), ma anche Antonio Menna con il suo “Se Steve Jobs fosse nato a Napoli” (Sperling &Kupfer).

Per il filone “Tra trasgressione e bon ton”, l'intelligente ironia di autori come Luciana Castellina, “La scoperta del mondo” (Nottetempo), Antonio Caprarica, “La classe non è acqua” (Sperling & Kupfer) e Massimo Birattari, “È più facile scrivere bene che scrivere male”, le cui opere in fondo ricordano il plus di estro e originalità, se accompagnati da modestia e buona educazione .

E non potevano mancare le letture per affinare i sensi, soprattutto il gusto e l'olfatto: nella sezione “La gastrolibreria” appuntamento il vincitore di “Masterchef” e autore di “Cuoco per emozione” (Rizzoli), Spyros Theodoridis, e altri quattro autori – Raethia Corsini (“Spiriti bollenti”, Guido Tommasi), Attilio Del Re (“Pan e nus mangiä da spus”, Tip.Le.Co.), Sapo Matteucci (“C’era una Vodka”, Laterza) e Otello Fabris (“I misteri del ragno. Documenti e ipotesi sulla storia del baccalà”, La Vigna) – che presenteranno i loro lavori tra erudizione e gastronomia, ricette, storia e plaisir de vivre.

 

Tante anche le iniziative collaterali: in primis le scorribande gastronomiche che metteranno al centro il mitico piatto del baccalà, e poi musica, mostre, laboratori artistici, itinerari guidati alla scoperta di una Vicenza per molti versi sconosciuta.

 

Per maggiori informazioni http://www.libriamo-vicenza.com/