Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Treviso, il comandante dei carabinieri Lusito: "Fondamentale segnalare "

VIOLENZE E LITI IN FAMIGLIA, 371 INTERVENTI DALL'INIZIO DELL'ANNO

"Dato allarmante", vittime non solo donne ma anche disabili e anziani


TREVISO - Due donne che hanno accoltellato i propri compagni, a Preganziol e a San Polo di Piave, una moglie maltrattata per mesi dal marito-padrone a Vittorio Veneto. Sono solo tre casi, eclatanti, di un fenomeno sempre più allarmante cioè quello delle violenze maturate tra le mura domestiche. L'Arma dei carabinieri ha dovuto effettuare dal primo gennaio 2012 ad oggi ben 371 interventi di questo tipo, più di due al giorno. Per i carabinieri il dato è allarmante, soprattutto perché spesso, in liti come queste vengono utilizzati armi da taglio, comuni coltelli da cucina. Fondamentale l'aspetto della prevenzione -commenta il comandante provinciale dell'Arma, Gianfranco Lusito- ed in particolare le segnalazioni da fornire alle stazioni dei carabinieri della Marca: una diffida, anche orale, può prevenire casi ben più gravi. Non solo le donne sono le vittime deboli delle violenze domestiche ma anche anziani, bambini e disabili. Le parole del comandante provinciale, Gianfranco Lusito.