Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Aperta un'inchiesta sull'incidente costato la vita al 77enne di San Biagio di Callalta

DINO BASSO NON HA COLPE: INDAGATO IL 24ENNE DI MOTTA

L'investitore non era alla guida sotto l'effetto di alcol o stupefacenti


SAN BIAGIO DI CALLALTA – (gp) Dino Basso non ha colpe. Ne è praticamente certa la Procura di Treviso che ha formalmente avviato un'inchiesta e iscritto nel registro degli indagati con l'ipotesi di reato di omicidio colposo il 24enne di Motta di Livenza che, alla guida della sua Bmw station wagon ha investito e ucciso il 77enne di San Biagio di Callalta. La dinamica insomma è chiara, anche se sono stati disposti accertamenti sul sinistro per fugare ogni dubbio. Com'è chiaro che il giovane non si trovava al volante sotto l'effetto di alcol o stupefacenti. L'unico punto interrogativo rimane la velocità tenuta dall'auto: dai primi rilievi pare infatti viaggiasse sopra il limite di 50 chilometri orari imposto per il transito in centro abitato. L'incidente si è verificato poco dopo le 19.30 di mercoledì. Il pensionato stava attraversando la Postumia sulle strisce pedonali, dalla farmacia verso la chiesa del paese. Forse per la luce radente della sera, la Bmw del giovane mottense, che da Treviso viaggiava in direzione di Oderzo, non ha visto il pedone e l'ha centrato in pieno. Inutili purtroppo i soccorsi: Dino Basso è praticamente morto sul colpo.