Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/217: IL GOLF FINALMENTE VA IN TELEVISIONE

Sul campo di Ca' della Nave registrata la trasmissione di Bucarelli e Lanza


MARTELLAGO - È ben noto il disappunto del golfista che non è abbonato Sky, per non aver l’opportunità di vedere in chiaro le partite di golf nei programmi nazionali, seppur costretto a pagare il canone Rai. Non saprei a cosa ascrivere questo svantaggio sulla testa degli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nel 2010 erano nati 2144 bimbi nel 2011 solo 2009

CRISI, VENGONO ALLA LUCE MENO BAMBINI STRANIERI

I dati del dossier immigrazione di Caritas, Anolf e coop. Servire


TREVISO - I cittadini stranieri mettono alla luce meno bambini dello scorso anno. Nell'ultimo anno si è registrato un drastico calo delle nascite dalle 2144 del 2010 alle 2009 del 2011, con un calo di 135 unità in particolare nel secondo semestre dell'anno. Una brusca inversione di tendenza nelle nuove nascite che si inserisce nel meccanismo di rallentamento nella crescita delle presenze straniere nei nostri territori già registrata da qualche anno. In genere sembra prevalere la tendenza a resistere magari rimandando paese d'origine parte della famiglia in attesa di tempi migliori. Spesso infatti sono state investite notevoli energie per acquistare casa e accendere il mutuo o per ottenere un permesso di soggiorno di lunga durata. C'è inoltre il problema che per i bambini nati in Italia si prefigura la prospettiva di un'immigrazione al contrario, nel paese da cui provengono i loro genitori.