Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma è festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/195: A DUBAI IL GRAN FINALE DELL'EUROPEAN TOUR

Rahm vince il torneo, classifica generale a Fleetwood


DUBAI - Con la disputa del DP World Tour Championship Dubai (16-19 novembre), è terminata al Jumeirah Golf Estates (Par 72), la stagione dell’European Tour cui hanno partecipato i primi sessanta classificati nell’ordine di merito della "Race To Dubai". Unico italiano in gara...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nel 2010 erano nati 2144 bimbi nel 2011 solo 2009

CRISI, VENGONO ALLA LUCE MENO BAMBINI STRANIERI

I dati del dossier immigrazione di Caritas, Anolf e coop. Servire


TREVISO - I cittadini stranieri mettono alla luce meno bambini dello scorso anno. Nell'ultimo anno si è registrato un drastico calo delle nascite dalle 2144 del 2010 alle 2009 del 2011, con un calo di 135 unità in particolare nel secondo semestre dell'anno. Una brusca inversione di tendenza nelle nuove nascite che si inserisce nel meccanismo di rallentamento nella crescita delle presenze straniere nei nostri territori già registrata da qualche anno. In genere sembra prevalere la tendenza a resistere magari rimandando paese d'origine parte della famiglia in attesa di tempi migliori. Spesso infatti sono state investite notevoli energie per acquistare casa e accendere il mutuo o per ottenere un permesso di soggiorno di lunga durata. C'è inoltre il problema che per i bambini nati in Italia si prefigura la prospettiva di un'immigrazione al contrario, nel paese da cui provengono i loro genitori.