Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ordinamento islamico e comune di Villorba bloccano le nozze di un imprenditore

MATRIMONIO NEGATO A COPPIA MISTA: LUI NON E' MUSULMANO

La coppia ha deciso di rivolgersi al tribunale per eliminare gli ostacoli


VILLORBA – (gp) Nozze negate perchè lui non è musulmano. E' successo a Villorba e protagonista della vicenda, suo malgrado, è un imprenditore 38enne che voleva regolarizzare il rapporto con una 36enne tunisina che da 10 anni risiede in Italia. L'ambasciata tunisina in Italia però non ha rilasciato il nulla osta per il matrimonio perchè il futuro sposo non è musulmano e, di conseguenza, il Comune di Villorba non ha concesso alla coppia di convolare a nozze.

Ora i due, assistiti dall’avvocato Davide Favotto, si sono rivolti al Tribunale di Treviso perché venga rimosso ogni ostacolo alla loro unione. Quello principale deriva dall’ordinamento tunisino che prevede che il rilascio del documento possa avvenire soltanto se lo sposo di fede non musulmana presenti un attestato di conversione all’Islam.

Al contrario però, se il musulmano fosse stato lui e la donna di altra fede non ci sarebbe stato nessun problema. Il ricorso è stato presentato nei giorni scorsi e venerdì si è tenuta la prima udienza rinviata al 13 luglio. L’obiettivo dei ricorrenti è ottenere l’annullamento del provvedimento emesso dal Comune e conseguire le pubblicazioni di nozze.