Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oderzo, indagine della GdF, cinque titolari d'azienda nella rete dell'usura

CONSULENTE FINANZIARIO STROZZINO: SOLDI AD IMPRENDITORI CON UN TASSO DEL 40%

Denunciato 50enne: dalle banche finanziamenti per oltre 650 mila euro


ODERZO - (nc) Otteneva finanziamenti dalle banche per conto di fantomatici clienti ma quei capitali servivano solamente a prestare denaro ad imprenditori in difficoltà con tassi usurai, vicini al 40%. La Guardia di Finanza ha denunciato un consulente finanziario 50enne di Oderzo: l'uomo, secondo le indagini condotte dalle fiamme gialle, aveva messo in piedi dal 2007 al 2009 un'attività abusiva di intermediazione finanziaria. Sarebbero cinque gli imprenditori in difficoltà finiti nella rete dello strozzino che ha ottenuto contratti di finanziamento dalle banche di 650mila euro. Il denaro veniva girato attraverso assegni sul suo conto corrente, per evitare la normativa antiriciclaggio, e su quello dei famigliari e poi prestato, come detto, ad un tasso d'interesse del 40%. Gli uomini della Guardia di Finanza di Conegliano hanno sanzionato, sempre per la normativa antiriciclaggio, un imprenditore ed un direttore di banca suo complice. Il primo, originario di Motta di Livenza, ha eseguito un versamento di 500mila euro attraverso il conto corrente della banca: un'operazione, eseguita dal direttore della filiale che permetteva di evitare controlli. La segnalazione e le indagini dei finanzieri hanno portato a scoprire che quella somma era parte di un pagamento in nero relativo alla compravendita di una struttura alberghiera per un valore di 10 milioni di euro.