Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Vittorio Veneto, si vantavano del raid durante il funerale di Elisa Moret

CIMITERO, SCUOLA E PALESTRA DEVASTATE DAI BABY VANDALI

Quattro studenti delle medie gli autori, scritte contro gli insegnanti


VITTORIO VENETO - (nc) Vandali per noia, per stupidità, non si sono fermati di fronte a nulla. A Vittorio Veneto nella notte tra il 30 ed il 31 maggio hanno devastato il cimitero di Sant'Andrea, imbrattato l'ingresso della scuola media Cosmo e danneggiato con gli estintori la palestra della vicina scuola elementare. Quattro ragazzi vittoriesi, due fratelli di 16 e 15 anni ed altri due studenti 15enni: mercoledì pomeriggio, messi alle strette, hanno dovuto ammettere le loro responsabilità. Per tutti scatterà una denuncia alla Procura dei minori di Venezia per danneggiamento aggravato, vilipendio di tombe e furto. I componenti della banda, tutti figli di genitori onesti lavoratori, sono stati incastrati dalla loro vanità che li ha portati a raccontare agli amici le loro “imprese”, si fa per dire, durante il funerale della giovane Elisa Moret, la loro compagna di scuola 12enne morta per arresto cardiaco durante una festa di compleanno, lo scorso 26 maggio. Le esequie si tennero a poche ore dal raid vandalico, messo a segno dai ragazzini dall'una di notte alle 5 del mattino. A mettere sulla pista giusta i carabinieri è stata la collaborazione degli altri studenti che avevano ricevuto quella terribile confidenza. Durante la perquisizione domiciliare è stato ritrovato in casa di uno dei ragazzi il tappo di una bomboletta spray di colore giallo, la stessa utilizzata per i vandalismi. Nel camposanto i giovani hanno deturpato tombe, staccato croci e lumini, rubato una croce in legno da una cappella votiva. Alle medie, oltre a danneggiare il cancello d'ingresso, il gruppetto ha scritto frasi ingiuriose contro due insegnanti, colpevoli secondo la gang di essere stati troppo severi con loro. I danni maggiori sono stati rilevati però all'interno della palestra: sparso ovunque il contenuto di 10 estintori, imbrattate a colpi di bomboletta tutte le pareti, comprese quelle degli spogliatoi. Ora il Comune, ha riferito il sindaco Gianantonio Da Re, presenterà il conto dei danni alle famiglie dei quattro ragazzi: si tratta di svariate migliaia di euro.

Galleria fotograficaGalleria fotografica