Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Montebelluna, 60enne nei guai: aveva ricevuto incarico di accudire gli animali

CAPRE LASCIATE MORIRE DI SETE E CALDO, ALLEVATORE DENUNCIATO

Una mattanza: venti animali morti, 34 al limite della disidratazione


MONTEBELLUNA - (nc) Venti capre lasciate morire di sete e fame, stroncate dal caldo asfissiante della settimana scorsa, rinchiuse in una stalla poco distante da Montebelluna. E' stato denunciato per maltrattamento di animali un allevatore 60enne. L'uomo aveva ricevuto in gestione un gregge di circa 60 capi dalla moglie di un allevatore: venti giorni fa il marito, dopo un litigio furibondo, aveva deciso di lasciarla, andando via di casa. La donna, 40enne, si è così rivolta al 60enne con cui aveva pattuito la cessione di tre capre da latte in cambio del mantenimento dell'allevamento. In realtà l'uomo non si sarebbe mai curato del gregge. Venerdì scorso la proprietaria della stalla (affittata tempo fa alla donna e al marito), sentendo un forte odore di carogna, ha avvertito i carabinieri di Montebelluna che hanno fatto la tragica scoperta. Dieci carcasse di capre ormai in decomposizione erano state sistemate in alcuni cassoni dall'allevatore, altre dieci erano morte all'interno del recinto. I 34 animali ancora vivi erano ai limiti della sopravvivenza. Subito i militari hanno provveduto a rifocillarle con acqua e fieno, prima dell'arrivo dei veterinari dell'Ulss8 che hanno poi sequestrati e sottoposto ad autopsia due carcasse. Gli esami hanno confermato le cause di questa vera e propria mattanza: gli animali erano morti di stenti.

Galleria fotograficaGalleria fotografica