Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nube nera su Casale e Mogliano: paura tra la popolazione

ROGO IN UN DEPOSITO DI RIFIUTI INCUBO NUBE TOSSICA

A fuoco la Nuova Esa di Marcon: bruciano zolfo e plastica


MARCON - Rogo alla discarica Nuova Esa di Marcon e incubo nube tossica sulla bassa trevigiana. Intorno alle 18.45 un incendio si è sviluppato all'interno dell'ex deposito di rifiuti pericolosi di via Fornace, nel comune veneziano: il sito era chiuso da tempo, dopo il sequestro disposto dalla magistratura nel 2004 nell'ambito di un'indagine su un traffico di rifiuti tossico-nocivi con la Campania, che nel 2008 aveva portato in carcere 12 persone. Il complesso, tuttavia, non è stato ancora bonificato (i termini per l'operazione scadono a fine mese) e al suo interno si trovavano ancora diverse sostanze inquinanti: a bruciare è stata un'area abbastanza limitata di circa 200-300 metri quadrati, contenente soprattutto zolfo e materie plastiche. La densa nube nera alzatasi dall'incendio, sospinta dal vento, verso le otto di sera ha raggiunto anche Casale sul Sile e Mogliano, nel trevigiano, generando inevitabile panico nei residenti: secondo i primi riscontri, tuttavia, non ci sarebbero pericoli per la salute. Sei squadre dei vigili del fuoco di Mestre, Treviso e San Donà hanno domato le fiamme nel giro di tre ore. Sul posto anche i tecnici dell'Arpav per le analisi sul terreno e sull'aria. Ancora da stabilire le cause del rogo: la vicenda che ha visto protagonista la ditta potrebbe far supporre un'origine dolosa, ma non si escludono nemmeno fattori naturali, visto il gran caldo degli ultimi giorni.