Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderā il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sulla carta un circolo privato, in realtā una vera e propria attivitā commerciale

EVASIONE DA UN MILIONE DI EURO, NEI GUAI UNA SCUOLA DI DANZA

Imposte agevolate pagate al 3%: denunciati i titolari, marito e moglie


CASTELFRANCO VENETO – (gp) Sulla carta era un circolo privato del “terzo settore”, ma in realtà svolgeva una vera e propria attività commerciale. Scoperta dalla Guardia di Finanza di Treviso, impegnata in un'indagine sulla regolarità delle associazioni destinatarie di benefici fiscali, una famosa scuola di danza classica e moderna di Castelfranco Veneto, con visibilità nazionale e internazionale, è finita nei guai per un'evasione fiscale stimata in un milione di euro.

Secondo quanto riferito dagli uomini delle Fiamme Gialle, la scuola avrebbe indebitamente utilizzato gli strumenti di attenuazione delle imposte qualificandosi appunto come circolo privato. Un escamotage, secondo gli inquirenti, che avrebbe permesso ai due titolari, marito e moglie che sono stati denunciati, di applicare l'aliquota IRES al 3% sul reddito dichiarato e quindi di evitare di versare il 97%.

Le verifiche fiscali, tra il 2007 e il 2011, hanno permesso di riscontrare che l’associazione non è stata gestita secondo criteri di democraticità e non ha realizzato le finalità sportive, ricreative e solidaristiche previste dallo statuto. La Guardia di Finanza ha così accertato ricavi non dichiarati e non contabilizzati per circa 900 mila euro e un'evasione dell'Iva per circa 250 mila euro, oltre all'impiego di un lavoratore irregolare.

Da un volume d'affari irrisorio insomma, i finanzieri hanno setacciato i conto dell'associazione scoprendo la reale attività di quello che doveva essere un circolo privato. Sono circa un centinaio i soci, tutti studenti della scuola, che di fatto assomiglia più a un'accademia di danza, provenienti da tutta Italia e da diversi paesi d'Europa.