Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'intervista a Denis Susanna, presidente di Cia Treviso

"COLTURE A RISCHIO SE NON SI ATTENUANO CALDO E SICCITÀ"

Agricoltori trevigiani preoccupati anche per la riforma dei voucher


TREVISO - Il gran caldo, unito alla siccità, sta facendo soffrire le colture di Marca. Allo stato attuale, non si segnalano danni cospicui e gli allarmi lanciati in altre province non trovano rispondenza almeno nel trevigiano. Ma se le condizioni meteo dovessero perdurare ancora per svariati giorni, la situazione rischia diventare critica e diverse coltivazioni potrebbero essere compromesse. L'avvertimento arriva dalla Confederazione italiana agricoltori di Treviso: tra le colture più esposte, in questo momento, il mais e la soia. A preoccupare gli imprenditori agricoli, però, è anche un altro problema: la riforma dei voucher per mettere in regola chi svolge lavori saltuari e stagionali, come la vendemmia, la raccolta della frutta o la potatura. Un sistema che proprio nella Marca aveva trovato ampia diffusione e che ora, secondo le associazioni di categoria, il nuovo decreto Fornero limita in modo eccessivo. "Saremo costretti a ricorrere a macchinari o a ditte esterne", sottolinea Denis Susanna, presidente provinciale di Cia.

Vi riproponiamo l'intervista completa, andata in onda durante la puntata odierna di Buongiorno VenetoUno.