Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Treviso, trenta chiamate al 113, tre venditori porta a porta identificati

PROMOTER A CACCIA DI ANZIANI, ARRIVA LA DIFFIDA DELLA QUESTURA

Propongono contratti per luce e gas con riduzione in bolletta del 40%


TREVISO - (nc) Promoter di una nota società energetica diffidati dalla Questura dal proporre agli anziani trevigiani contratti di fornitura, con la promessa, ritenuta ingannevole, di uno sconto del 40% in bolletta. Nella sola giornata di ieri sono state almeno una trentina le chiamate giunte al 113 di altrettanti anziani trevigiani che hanno segnalato la presenza di venditori porta a porta di questo tipo tra i quartieri di San Zeno, Santa Bona, Chiesa Votiva e Santa Maria del Rovere. Le volanti hanno portato in Questura ed identificato tre giovani promoter che avevano fin li sottoscritto circa 15 contratti ed il loro capo-area: per tutti è scattata la diffida da parte della polizia.

Gli anziani, sentiti dalla polizia, hanno riferito le modalità con cui i venditori operano: chiedono di entrare in casa, chiedono di poter vedere le bollette e poi propongono l'”affarone”, una drastica riduzione del costo dell'erogazione di gas o luce. Su questo fenomeno la polizia proseguirà le indagini per chiarirne i contorni. In alcuni casi gli agenti hanno rinvenuto dei segni tracciati di solito con un gesso vicino ai citofoni dei condomini in cui viene indicata una data. Si tratta, secondo un codice molto simile a quello utilizzato dai nomadi, dell'indicazione del giorno in cui il promoter ha effettuato l'ultima visita al condominio in cui vi sono clienti “disponibili”.