Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Treviso, impiegato 44enne allontanato dall'abitazione della compagna

MOGLIE PICCHIATA E UMILIATA MANETTE AL MARITO VIOLENTO

La polizia arresta un 26enne: da sette anni maltrattava la compagna


TREVISO - (nc) Sette anni di pestaggi continui, minacce, umiliazioni nei confronti della giovane compagna 27enne, madre di tre figli piccoli. E' stato arrestato dalla squadra mobile di Treviso per lesioni, maltrattamenti e minacce gravi un artigiano 26enne, E.K.. L'ultimo pestaggio, quello che ha spinto la ragazza a reagire, denunciando il marito, divenuto una sorta di padre-padrone, risale allo scorso 5 luglio. Una settimana dopo la 27enne, spinta dai famigliari e dalle amiche, si è presentata in Questura con ancora ben evidenti i segni del pestaggio ricevuto. Le botte arrivavano per motivi futili, anche futilissimi: l'ultimo raptus per gelosia in un pestaggio durato per quasi tre ore. Calci, pugni in testa, persino cinghiate. “Ho avuto paura di morire”: riferirà la giovane.

Una vicenda dai contorni simili ha visto come vittima qualche settimana fa una donna di 41 anni, impiegata. Anche lei vittima per anni dei maltrattamenti del compagno 44enne.

Nei confronti dell'uomo è scattato l'allontanamento dall'abitazione coniugale. Minacce continue, botte, sadiche umiliazioni come costringere la compagna a dormire su una sedia, calci e pugni. La 44enne, soggiogata psicologicamente e terrorizzata (“Avevo paura di morire” riferirà), è riuscita solo lo scorso 4 luglio a raccontare alla polizia la sua situazione. Nella deposizione della donna uno dei fatti più raggelanti e che ben spiega il clima di terrore tra i coniugi è il seguente. La coppia mentre è in auto, qualche giorno prima della denuncia, sente alla radio la notizia di due donne uccise dai rispettivi mariti. Lui, ferocemente, esclamerà: “Hanno fatto bene”.