Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE GI GOLF/354: VA A DECHAMBEAU IL TORNEO DEDICATO AD ARNOLD PALMER

Molinarii, vincitore nel 2019, non supera il taglio


FLORIDA (USA) - Continua la corsa in Florida del PGA Tour. Il torneo in atto a Orlando, è l’Arnold Palmer a invito, in cui il nostro Francesco Molinari è il protagonista, tra i più prestigiosi. Una gara che l’azzurro ha già vinto nel 2019, dopo una hole in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A quasi sei anni dai fatti il più vecchio dei fratelli Baldissin libero per 4 giorni

UCCISE LA MADRE A BASTONATE: BENJAMIN IN PERMESSO PREMIO

Condannato a 12 anni e 8 mesi per omicidio preterintenzionale


GORGONA - (gp) Benjamin Baldissin per quattro giorni è tornato a essere un uomo libero. Il 37enne di San Polo di Piave, condannato in via definitiva assieme al fratello Brian a 12 anni e 8 mesi di reclusione per l'omicidio preterintenzionale della madre, Graziella Barbiero, ha infatti ottenuto due settimane fa un permesso premio.

A decidere la concessione della licenza è stato, su richiesta dello stesso Baldissin, il magistrato di sorveglianza competente per territorio, ovvero quello di Firenze, che ha ritenuto l'uomo meritevole di poter lasciare per un brevissimo periodo il carcere di Gorgona in provincia di Livorno, l'ultima isola penitenziaria italiana in cui è detenuto.

“La concessione dei permessi premio è mirata e viene concessa soltanto a chi si dimostra in grado di meritarsela – ha affermato il legale di Baldissin, l'avvocato Stefano Pietrobon – Si tratta di un provvedimento che rispetta regole precise e rigorose, che contribuisce ad alleviare la pressione carceraria, che viene concesso con criterio e a volte anche con eccessiva ristrettezza. Benjamin è quello che si potrebbe definire un detenuto modello, e il suo percorso rieducativo è già iniziato da molti anni. Credo che si sia reso conto di quello che aveva fatto, pentendosene, appena qualche minuto dopo la morte di sua madre”.

Sotto il profilo giuridico insomma Benjamin aveva tutto il diritto di poter uscire dal carcere, trattamento che ad esempio non è stato concesso a suo fratello Brian, anche lui detenuto alla Gorgona da circa sei mesi. Per i due fratelli il conto con la giustizia verrà saldato nel maggio del 2019, ma le loro strade sembrano destinate a dividersi prima del tempo. Proprio a fronte del permesso premio, Benjamin potrà usufruire in futuro di altre uscite a cadenza quasi regolare, salvo comportamenti contrari alla buona condotta, e potrà anche richiedere tra qualche anno l'affidamento in prova, tornando a vivere fuori da una cella.

Cosa che in realtà sta già facendo: il carcere di Gorgona infatti permette ai detenuti di vivere all'aria aperta coltivando i campi e allevando animali. Resta che quanto accaduto il 22 novembre 2006 in quella casa di Faè di Oderzo, quando assieme al fratello prese a bastonate la madre (che morì per un'emorragia interna), non potrà comunque essere cancellato.