Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il quadro sui consumi nella Marca nel secondo trimestre 2012

CONSUMI A PICCO: IN SCIOPERO ANCHE I COMMERCIANTI?

L'intervento di Guido Pomini, presidente Unascom-Confcommercio


TREVISO - La crisi economica non dà alcun segnale di ripresa neppure nella nostra Marca. Da una parte i consumatori obbligati a razionalizzare gli acquisti e a toccare i risparmi messi da parte e dall'altra il riflesso nefasto sul settore del terziario, con i commercianti a rischio liquidità costretti ad abbassare i prezzi dei prodotti, riducendosi i margini di guadagno, a cui si aggiungono l'intenzione, comune a un quarto degli imprenditori, di ricorrere agli ammortizzatori sociali e il sospetto di imprese che vorrebbero chiudere ma che non hanno la possibilità economica di farlo.

E' questo il triste quadro emerso dalla rilevazione dell'Osservatorio sui consumi e sui comportamenti dei consumatori di Unascom-Confcommercio della provincia di Treviso relativa al secondo trimestre 2012. Rispetto allo stesso periodo del 2011 i dati parlano di un calo dei fatturati della ristorazione nel 60% dei casi e anche del settore alimentazione per il 71, 43%; a picco il settore della moda mentre si presenta un leggero incremento di turismo nelle aree sud della provincia, favorite dalla vicinanza a Venezia, ma nel complesso si riscontra una contrazione anche in questo settore. Insomma, si salvano solo i grossisti e la grande distribuzione.

Se la situazione non cambia e la politica non prende decisioni per lo sviluppo, anche i commercianti potrebbero presto scendere in piazza, afferma Guido Pomini, presidente Unascom-Confcommercio.