Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Motta di Livenza, al lavoro vigili del fuoco e Arpav: rischio inquinamento?

LE FIAMME DISTRUGGONO LA FALEGNAMERIA "SCUDELER"

Il titolare era all'interno della fabbrica quando è scoppiato il rogo


MOTTA DI LIVENZA - (nc) Si era trattenuto a lavoro nella sua falegnameria fino alle due di notte: quando stava per chiudere e tornare nel suo appartamento che si trova a pochi passi, si è voltato ed ha visto le fiamme avvolgere tutte le sue opere, i macchinari. Un vero e proprio dramma quello che si è consumato nella notte a Motta di Livenza, all'inizio di via Piemonte, in zona industriale. Ad essere testimone diretto del rogo che ha devastato la sua ditta è stato proprio il titolare, Loris Scudeler. La fabbrica di falegnameria si occupava di produrre anche materiale in cartapesta, anche maschere ed altro materiale allegorico: tutto ora è devastato, incenerito, cancellati trent'anni di lavoro di Loris, 44 anni e del padre. Sul posto per spegnere le fiamme sono intervenute otto squadre dei vigili del fuoco e l'Arpav per rilevare eventuali danni ambientali. L'azienda adiacente alla “Scudeler”, la “impianti verniciature srl” è inagibile e sarà costretta a trasferirsi temporaneamente; le fiamme hanno fortunatamente solo lambito il deposito di lubrificanti che si trova sul retro. I danni, pesantissimi, ammonterebbero a 100mila euro. Si sospetta che le fiamme possano aver provocato fumi tossici: già nei prossimi giorni l'Arpav diffonderà i primi dati sulle campionature effettuate sul posto.


Galleria fotograficaGalleria fotografica