Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'uomo sorpreso dai carabinieri dietro una siepe nei dintorni

VILLETTA SVALIGIATA IN CENTRO È STATO IL VECCHIO AMICO

Furto a Pieve di Soligo: scopre che il ladro è un collega di lavoro


PIEVE DI SOLIGO - La delusione maggiore è stata scoprire che a svaligiargli casa era stato un amico. Un 53enne di Pieve di Soligo rientrando nella sua villetta di via Chisini la notte scorsa, verso le due, si è accorto dell'evidente passaggio dei ladri: la finestra della cucina era stata forzata, le stanze messe a soqquadro e, soprattutto, erano spariti un computer, la centralina Vodafone station e un paio di occhiali Dior della moglie. La gazzella dei Carabinieri di Pieve di Soligo, inviata sul posto dopo la telefonata del malcapitato, ha avuto l'intuizione di compiere un giro dell'isolato, sospettando che l'autore del furto potesse essere ancora nei paraggi. Ed, infatti, i militari hanno poco dopo sorpreso un uomo che cercava di nascondersi dietro la siepe di un vicino parco: con lui aveva tutta la refurtiva. Il soggetto è risultato essere tale F. G., 54 anni, incensurato, sposato e residente a Dolo. Ma soprattutto non era per nulla un estraneo: vittima e ladro avevano lavorato insieme in varie occasioni (il primo fa l'operatore ecologico, il secondo il giardiniere, anche se oggi è disoccupato) e tra loro si era instaurato anche un rapporto di amicizia. Anzi, il 54enne potrebbe aver approfittato proprio della frequentazione per sapere quando e come colpire, come conferma il capitano Giancarlo Carraro, comandante della compagnia Carabinieri di Vittorio Veneto. Convalidato l'arresto, il processo è stato rinviato al 13 dicembre, quando l'uomo chiederà il rito abbreviato.