Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 42enne di Loria deve rispondere di lesioni gravi e resistenza a pubblico ufficiale

BOTTE AL COMANDANTE DEI VIGILI, PERIZIA PSICHIATRICA PER GUARDA

Processo per direttissima rinviato al 29 agosto per conferire l'incarico


CASTELLO DI GODEGO – (gp) Sarà una perizia psichiatrica a stabilire se Gianni Guarda, 42enne residente a Loria, sia capace di intendere e di volere. Lo ha stabilito, nel processo per direttissima che vede l'uomo imputato di lesioni gravi e resistenza a pubblico ufficiale, il giudice Angelo Mascolo che ha rinviato l'udienza al prossimo 29 agosto per il conferimento dell'incarico a uno specialista. Gianni Guarda è accusato di aver aggredito e picchiato il comandante dei vigili urbani di Castello di Godego che poco prima lo aveva multato. Il 42enne era stato infatti fermato in via Caprera a Castello di Godego proprio da Angelo Pellizzari, il 56enne responsabile della Polizia locale del comune in servizio nell'area. Poichè l'uomo viaggiava senza aver allacciato le cinture di sicurezza, era scattata la sanzione: 76 euro e 5 punti della patente in meno. Guarda, che alle spalle ha precedenti penali per furto e rapina, nell'immediato sembrava essersi rassegnato a pagare la contravvenzione, sia pur con qualche protesta. Neppure un'ora dopo, però, l'uomo si è presentato al comando della Polizia locale, chiedendo di stracciare il verbale. “Impossibile – ha replicato il comandante - nel caso faccia ricorso”. Risposta sbagliata secondo Guarda che a quel punto avrebbe colpito l'agente con un pugno, l'avrebbe spinto contro il portone e avrebbe cercato di strozzarlo. Pellizzari riuscì a divincolarsi, ma Guarda lo avrebbe raggiunto scagliandogli addosso persino una bicicletta, ritrovata in paese e depositata provvisoriamente nel corridoio. Il malcapitato si rifugiò così in un ufficio, ma il suo aggressore avrebbe continuato a tempestare la porta con calci e pugni fin quasi a sfondarla, finchè altri impiegati del municipio, sentendo le urla, hanno fatto intervenire i carabinieri che hanno poi arrestato l'uomo.