Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/246: DAL 2019 IN VIGORE LE NUOVE REGOLE DI GIOCO

Le norme ridotte a 24: ecco le principali novità


TREVISO - Erano trentaquattro le Regole del Golf; erano tante, e soprattutto abbastanza complicate da ricordare, per il neofita che le doveva capire, memorizzare, e poi correttamente applicare.Dal 1° gennaio 2019 sarà in uso una versione rivisitata, principalmente finalizzata ad una...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Venerdì mattina aveva investito una 19enne alla fermata dell'autobus a Marocco

SI E' CONSEGNATO ALLA POLIZIA LOCALE: "SONO IO IL PIRATA"

E' un 24enne padovano: si è giusitificato dicendo di aver avuto paura


MOGLIANO VENETO – (gp) Ha confessato il pirata della strada che venerdì mattina ha investito una ragazza di 19 anni mentre stava raggiungendo la fermata dell'autobus a Marocco di Mogliano Veneto. Si tratta di un 24enne di Trebaseleghe che, dopo l'urto che ha scaraventato a terra la giovane, si era dato alla fuga. A portare all'identificazione dell'investitore sono state le indagini serrate della polizia locale di Mogliano Veneto e dei colleghi padovani. Convocato in comando, il giovane ha subito confessato, giustificandosi dicendo di di aver perso il controllo del mezzo, di essersi fermato per vedere se la ragazza stesse bene e poi, preso dal panico, di essere risalito in macchina facendo perdere le proprie tracce. Una versione che comunque non gli permesso di evitare una denuncia per omissione di soccorso. L'unica nota positiva della vicenda è che la ragazza sta molto meglio e, anche se dovrà rimanere in ospedale ancora qualche giorno, le ferite riportate dopo l'impatto sono meno gravi di quello che si pensava all'inizio.