Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Salvatore Bettiol e il Montello Runners Club hanno raccolto fondi per Mirandola

CORRI PER L'EMILIA: IN 500 IN GARA A VOLPAGO DEL MONTELLO

Due i percorsi, uno da 4 km e l'altro da 12, per aiutare i terremotati


VOLPAGO DEL MONTELLO - Corri per l’Emilia. Un invito che, strada facendo, è diventata quasi un’esortazione. Difficile mancare, dove corre la solidarietà.

Salvatore Bettiol e il Montello Runners Club ce l’hanno messa tutta. Il weekend di fine agosto, con tanta gente ancora in ferie e un calendario podistico già pieno di appuntamenti, non ha aiutato. L’afa era un’avversaria più temibile delle prese del Montello. Eppure, a fine giornata, sorrisi e pacche sulle spalle si sono sprecati.

Tanto che Bettiol si è sbilanciato: “Abbiamo corso pensando ai terremotati dell’Emilia, domani potremmo farlo per sostenere altre giuste cause. L’importante è che la manifestazione mantenga questo spirito di massima apertura a tutti gli appassionati: famiglie e bambini, prima di tutto”.

Sabato, in uno dei pomeriggi più caldi dell’anno, circa 500 persone hanno risposto all’invito del Montello Runners Club, dividendosi tra i due percorsi (4 e 12 km) disegnati da Bettiol sulle strade che ieri hanno fatto da trampolino di lancio alla sua carriera e oggi, una ventina d’anni dopo il secondo posto della maratona di New York e il quinto dell’Olimpiade di Barcellona, rappresentano la palestra ideale per i suoi allenamenti da tranquillo cinquantenne.

C’è chi ha affrontato la corsa con impegno, come l’azzurra di casa, Bruna Genovese, che, alla seconda uscita ufficiale (si fa per dire) dopo la maternità, ne ha approfittato per svolgere un allenamento, arrivando al traguardo al terzo posto assoluto preceduta solo da Francesco Guerra e Christian Guarnier.

Molti di più quelli che, magari spingendo un passeggino o tenendo il cane al guinzaglio, hanno corso senza curarsi minimamente del cronometro. Tantissimi, inoltre, i bambini. 

Il percorso più breve è stato completato anche dal sindaco di Volpago, Roberto Toffoletto, che poi ha avuto parole di elogio per tutti: “Oggi abbiamo trasmesso un messaggio importante: a Volpago siamo vicini alla gente dell’Emilia che soffre. Complimenti a chi ha organizzato, ma anche a chi ha corso”.

Poco prima del sindaco, confusa nel gruppo, era giunta sulla vecchia pista di atletica di Volpago, anche Luciana Saccol, indimenticato talento del mezzofondo trevigiano degli anni ’80.

Alla fine, foto di rito con l’assegno di 1.710 euro che nei prossimi giorni verrà donato alla città di Mirandola, una delle comunità più colpite dal sisma. Di classifiche, alla “Corri per l’Emilia”, neanche l’ombra. Sabato, sul Montello, hanno vinto proprio tutti.             

 


Galleria fotograficaGalleria fotografica