Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Conferito l'incarico per la perizia psichiatrica da effettuare sul 42enne di Loria

TRENTA GIORNI PER STABILIRE SE GIANNI GUARDA E' SANO DI MENTE

Picchiò il comandante dei vigili di Castello di Godego Angelo Pellizzari


LORIA – (gp) Sarà lo psichiatra trevigiano Tiziano Meneghel a stabilire se Gianni Guarda, 42enne residente a Loria finito alla sbarra per aver picchiato il comandante della Polizia Locale di Castello di Godego Angelo Pellizzari, sia capace di intendere e di volere. Conferito l'incarico dal giudice Michele Vitale, il processo per direttissima a carico dell'uomo, accusato di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, è stato rinviato al prossimo 1 ottobre, giorno in cui il professor Meneghel depositerà i risultati della perizia psichiatrica. I fatti risalgono al 21 agosto scorso quando il 42enne era stato fermato in via Caprera a Castello di Godego proprio da Angelo Pellizzari, il 56enne responsabile della Polizia locale. Poichè l'uomo viaggiava senza aver allacciato le cinture di sicurezza, era scattata la sanzione: 76 euro e 5 punti della patente in meno. Gianni Guarda, che alle spalle ha precedenti penali per furto e rapina, nell'immediato sembrava essersi rassegnato a pagare la contravvenzione, sia pur con qualche protesta. Neppure un'ora più tardi però, l'uomo si sarebbe presentato al comando della Polizia locale, chiedendo di stracciare il verbale. “Impossibile – avrebbe replicato il comandante - nel caso faccia ricorso”. Risposta sbagliata secondo Guarda che a quel punto avrebbe colpito l'agente con un pugno, l'avrebbe spinto contro il portone e avrebbe cercato di strozzarlo. Pellizzari sarebbe poi riuscito a divincolarsi, ma Guarda lo avrebbe raggiunto scagliandogli addosso persino una bicicletta, ritrovata in paese e depositata provvisoriamente nel corridoio. Il malcapitato si sarebbe così rifugiato in un ufficio, ma il suo aggressore avrebbe continuato a tempestare la porta con calci e pugni fin quasi a sfondarla. Altri impiegati del municipio, sentendo le urla, avevano fatto intervenire i carabinieri che avevano poi arrestato l'uomo.