Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un'intera serata dedicata a band e canzoni venete

MUSICA E DIVERTIMENTO PER TUTTI L'HOME FESTIVAL LE SUONA ALLA CRISI

Dal 6 al 9 settembre la più grande kermesse gratuita d'Italia


TREVISO - L'Home Festival punta sulla musica in veneto. Un'intera serata – la prima, il 6 settembre - di quello che è ormai il maggior festival musicale gratuito in Italia sarà dedicata a brani e canzoni in lingua locale, con gruppi come Rumatera, RadioFiera, Los Massadores, Oliver Skardy & Fahrenheit 451, Ska J, Chumh Chums. E molte altre band trevigiane e venete emergenti si esibiranno “di supporto” anche nelle altre giornate, fino a domenica 9. Ci saranno, naturalmente, anche artisti di nome: Africa Unite, Roy Paci e Aretuska, Meganoidi (il 7), Afterhours, The Bastards sons of Dioniso, Il teatro degli orrori (l'8), Subsonica, Anansi (il 9). Per le loro esibizioni, negli spazi della Dogana, a San Giuseppe, verranno installati cinque palchi, il maggiore di 20 per 14 metri. Ma nei 250mila metri quadrati troveranno spazio pure un ristorante a chilometri zero, un luna park, un campo da paintball, una mini spiaggia, una mostra di pittura su barili, un'area per bambini con giochi gonfiabili e fasciatoi, una bottega di liutaio, persino postazioni per farsi truccare con l'henné, ricaricare i telefonini o per farsi realizzare una caricatura, oltre a stand di svariate associazioni.

La kermesse, organizzata dall'Home Rock Bar di Treviso e giunta alla terza edizione, mira a diventare un evento totale, coinvolgendo lo spettatore dalle due del pomeriggio fino a notte fonda. L'anno scorso hanno risposto circa 40mila persone, quest'anno si stima un'affluenza almeno pari. Come conferma l'ideatore della manifestazione, Amedeo Lombardi. Per garantire un regolare svolgimento, gli organizzatori hanno lavorato in stretta collaborazione con il Comune e la Polizia locale, programmando vie d'accesso e di deflusso e parcheggi. Nel 2011, un violento temporale funestò l'ultima serata: 4mila persone furono evacuate senza nessun ferito. Quest'anno a garanzia di ancora maggiore sicurezza, sarà presente anche la Protezione civile. L'Home festival rappresenta uno degli appuntamenti clou dell'estate trevigiana, sottolinea l'assessore Giuseppe Mauro.