Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, aveva fatto acquisti per 15mila euro, viene smascherato dal commesso

SPESE PAZZE DA GUCCI CON LE CARTE DI CREDITO CLONATE

Romeno 30enne arrestato, si era finto un turista inglese


TREVISO - (nc) Ha finto di essere un turista inglese, ma quella sua pronuncia con una forte inflessione tipica dell'Europa dell'est, lo ha tradito. Un romeno di 30 anni ha tentato, nel pomeriggio di martedì, di fare shopping all'interno del negozio Gucci del Calmaggiore a Treviso: voleva utilizzare delle carte di credito American Express clonate. L'uomo sarà arrestato dalla polizia allertata da un commesso del negozio. Il truffatore era pronto ad acquistare merce per un valore di almeno 15mila euro (borse, cinture, scarpe e portafogli) ma è stato avvertito da un complice che le volanti della polizia si stavano avvicinando al negozio. Lo straniero è scappato lasciando sul bancone la sua cospicua spesa ma era ormai in trappola; è stato bloccato in piazza dei Signori e portato in Questura. Il 30enne ha subito ammesso che quelle che aveva con sé erano carte di credito clonate: ben cinque gli sono state sequestrate. Le tessere come pure il passaporto e la patente che lo straniero aveva in tasca erano riconducibili ad un vero cittadino inglese, ovviamente ignaro di questo furto d'identità.