Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/271: MATTHEW JORDAN ALL'ULTIMO COLPO NELL'ITALIAN CHALLENGE

L'inglese si impone al playoff sull'azzurro Scalise


MONTEROSI (VT) - Usciamo per un po’ dagli schemi del PGA, e dell’European Tour, per vedere come vanno le cose con l’Italian Challenge. Il Challenge Tour è il tour di golf professionale maschile europeo di secondo livello. È gestito dal PGA European Tour e, come per...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/270: IL GOLF ABBRACCIA LA SOLIDARIETA’

A Ca' della Nave l'undicesimo Trofeo Par 108


MARTELLAGO - Non finisce di stupire il Par 108. È nato bene, ed è un continuo crescendo: per l’affiatamento dei soci, e la buona organizzazione. Domenica il loro Comitato ha programmato una Louisiana a quattro giocatori, 18 buche stableford sul percorso del Club di Ca della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/269: SETTE AZZURRI IN GARA IN GERMANIA PER L'EUROTOUR

Con una spettacolare rimonta Andrea Pavan vince il Bmw International


MONACO DI BAVIERA (GER) - Edoardo Molinari, Guido Migliozzi, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli, Andrea Pavan, Filippo Bergamaschi e Renato Paratore reduce quest’ultimo dall’US Open, sua prima esperienza in un major, scendono in campo al Golf Club München Eichenried di Monaco di Baviera,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I dirigenti: "Spes Arena costosa e non ci consentivano di gestirla"

ADDIO A CONEGLIANO L'IMOCO GIOCHERÀ A TREVISO

Le Pantere del volley femminile traslocano al Palaverde


CONEGLIANO - L’Imoco volley disputerà la stagione agonistica al Palaverde di Villorba. È il risultato della complessa trattativa che, questa mattina, ha visto il vertici dell’Imoco Piero Garbellotto e Pietro Maschio e i responsabili del palazzetto di Villorba firmare il contratto in base al quale il Palaverde diventerà la casa della formazione pallavolistica coneglianese. È stata una decisione sofferta quella dei vertici dell’Imoco, ma lasciare Conegliano è diventata una scelta obbligata alla luce dell’insensibilità dell’amministrazione e di certa politica. «Ci dispiace per Conegliano e per i nostri tifosi - hanno puntualizzato il presidente Garbellotto e il vice presidente Maschio - ma non c’erano alternative a tale sacrificio. Siamo certi che i nostri tifosi e la città ci sapranno comprendere. Noi faremo tutto il possibile per rendere meno pesanti i loro disagi. Ci spostiamo comunque in una grande e gloriosa struttura, dove contiamo di coinvolgere anche il pubblico trevigiano, che è altrettanto appassionato al volley nazionale. Al volley che conta. Il Palaverde, rispetto alla Zoppas Arena, ha 1800 posti in più ed è una struttura all’avanguardia sotto tutti gli aspetti a partire da quelli organizzativi. Un palazzetto dello sport che potremmo utilizzare chiavi in mano». La scelta di lasciare Conegliano per trasferirsi a Villorba ha molti motivi: da quelli organizzativi a quelli più prettamente economici, che non sono stati comunque determinanti anche se il costo della Zoppas Arena, che a oggi è ancora inagibile  a ospitare una partita di serie A1 di volley, è risultato oltre il doppio di quello per l’utilizzo del Palaverde, ma anche di ogni altro palazzetto dello sport italiano. Le risorse risparmiate saranno investite nella società per renderla più competitiva e perché possa ritagliarsi un ruolo di primo piano ai vertici della pallavolo italiana. «Nonostante la difficile congiuntura economica - dichiarano Garbellotto e Maschio - Imoco era pronta, per amore di Conegliano, a sostenere costi aggiuntivi per restare a Conegliano e giocare alla Zoppas Arena. Era pronta a gestire e a mettere a norma la Zoppas Arena. Ma non è stato possibile perché ciò che era stato promesso si è trasformato il parole al vento e in non definiti impegni morali. Ci è stata negata la gestione del palazzetto che, dopo due mesi di promesse non mantenute, non è stato ancora messo a norma, facendosi vivere in una situazione di totale incertezza sul futuro della squadra. Di fronte al tergiversare dell’amministrazione Zambon, abbiamo gettato il cuore oltre l’ostacolo e abbiamo imboccato la strada che ci ha portati al Palaverde.Una scelta che non potrà che essere vincente».