Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindaco di Verona aveva criticato l'indagine sulla Polisia veneta

"CONTRASTO AD OGNI TIPO DI REATO" LA QUESTURA RISPONDE A TOSI

Secondo la Polizia, nessun accanimento contro i venetisti


TREVISO - "Il nostro compito è contrastare ogni forma di reato". Dalla Questura di Treviso rispondono così alle critiche avanzate da Flavio Tosi all'operazione che ha portato ad avvisi di garanzia pern 18 esponenti della Polisia Veneta e del Movimento di liberazione nazionale veneto, nelle provincie di Treviso, Padova e Verona. Il segretario regionale della Lega dal palco della Festa del carroccio trevigiano aveva invitato le forze dell'ordine ad occuparsi di mafiosi e "terroristi veri" ed aveva ribadito come "in un paese democratico ognuono dovrebbe poter esprimere le proprie idee". I vertici della polizia di stato trevigiana rispondono sottolieando come non vi sia alcun accanimento verso particolari gruppi e come si sia agito nel pieno rispetto delle norme: "Il nostro obiettivo è perseguire ogni tipo di reato e la nostra attività si svolge a 360 gradi - ribadisce il portavoce della Questura, Alessandro Tolloso -. Non a caso, anche in recenti statistiche, Treviso risulta ai primi posti per sicurezza tra le province italiane".