Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Zenson di Piave, l'uomo ha riferito alla polstrada di non ricordare nulla

INVESTE UN CICLISTA E SCAPPA DENUNCIATO 61ENNE

Incastrato dai danni al furgone che aveva chiesto in prestito


ZENSON - “Non mi ricordo che ho fatto ieri, ero al bar”. Si è giustificato e difeso così di fronte alle contestazioni della polizia stradale l'automobilista che nella serata di martedì ha travolto un ciclista di 68 anni a Zenson di Piave lungo la provinciale ed è poi fuggito lasciandolo sul posto. A travolgere l'uomo, fortunatamente in modo non grave, è stato un 61enne del luogo che è stato denunciato per omissione di soccorso. Già in serata, grazie alla testimonianza della stessa vittima dell'investimento, gli investigatori erano arrivati al responsabile. Nella zona solo poche persone posseggono un furgone Renault Master bianco e dopo pochi minuti, sentite altre persone della zona, la polstrada ha trovato il mezzo, posteggiato nel giardino di casa del “pirata” che nel frattempo si era dileguato. Il mezzo aveva uno specchietto rotto e segni compatibili con l'incidente avvenuto poco prima e così subito si è provveduto al sequestro, su ordine dell'autorità giudiziaria. Gli agenti hanno rintracciato anche il proprietario del veicolo: ha riferito di averlo prestato al 61enne che doveva utilizzarlo per lavoro. Solo in mattinata il pirata è stato definitivamente stanato: per lui è scattata la denuncia. In passato per ben quattro volte è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza.