Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Confortin (Uil): "Solo un effetto delle ferie, in arrivo altre crisi"

AD AGOSTO FRENA LA CASSA INTEGRAZIONE NELLE IMPRESE DELLA MARCA

Dopo il boom di luglio, l'ordinaria scende dell'88%


TREVISO - (mz)  Rallenta il ricorso alla cassa integrazione da parte delle imprese trevigiane ad agosto. Dopo il boom di ore di autorizzate a luglio, quasi 2 milioni e 300mila, con un aumento del 121%, lo scorso mese, complici le ferie estive, fa registrare una generalizzata flessione: la cassa integrazione ordinaria cala dell'88%, la straordinaria del 64, la cassa in deroga del 32, per un totale di 942.896. I dati, evidenziati dalla periodica analisi curata dalla Uil di Treviso, non confortano più di tanto i vertici del sindacato: “Una diminuzione purtroppo solo di natura fisiologica e non strutturale – commenta il segretario provinciale della Uil, Antonio Confortin – perché già sappiamo che nei mesi a venire dovremo affrontare altre nuove crisi aziendali. E trattandosi di realtà di medie dimensioni c’è da mettere nel conto anche le ripercussioni che graveranno sull’indotto”.