Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'omaggio all'artista trevigiano ricorda i Félissent, importanti comittenti

GIOVANNI APOLLONIO, RITRATTI E AMBIENTI

Dal 14 settembre in Villa Giovannina a Carità di Villorba


Villa Giovannina di Carità di Villorba diventa sede espositiva e si prepara ad ospitare la mostra di un celebre artista trevigiano di fine '800.

Giovanni Apollonio. 1879-1930. Omaggio ai Félissent. Ritratti e ambienti” è il titolo dell'esposizione promossa dal Comune di Villorba e dalla Regione Veneto che inaugura domani, venerdì 14 settembre negli spazi di Villa Giovannina, lo splendido complesso di fine '800 riportato a lustro dal recente restauro e divenuto sede comunale.

44 opere, di cui 10 inedite, compongono il corpus della mostra. Si tratta di paesaggi e ritratti, importante il riferimento alla famiglia Félissent, in particolare alla contessa Sofia, che nella sua figura riassume il ruolo di mecenate, amica e musa ispiratrice, che apre l'artista ai salotti borghesi e intellettuali di inizio '900. Così in mostra compaiono i ritratti, dallo stile “formale” di gusto ottocentesco di illustri cittadini trevigiani, a cominciare proprio dal Ritratto di Gian Giacomo Félissent, fratello di Sofia e Sindaco di Treviso dal 1905 al 1907.

Ma non mancano i paesaggi dalle influenze impressioniste, come quelli che raffigurano la Pescheria di Treviso dove lui stesso ha vissuto e lavorato e che amava rappresentare con le luci i colori dei diversi momenti della giornata.

La mostra curata da Marina Mazzara sintetizza bene l'opera di un artista, allievo all'accademia di Venezia di Guglielmo Ciardi per il paesaggio e di Luigi Nono per la composizione e figura, che vive il un periodo storico-artistico di forti trasformazioni nel modo di fare e concepire l'arte. Ai nostri microfoni presenta la mostra su Giovanni Apollonio la curatrice, Marina Mazzara.

 

La mostra, ad ingresso libero, sarà visitabile fino al 14 ottobre.

Sono previste visite guidate su prenotazione, presso l'ufficio cultura del Comune di Villorba.