Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, la partita avrebbe potuto essere disputata a porte chiuse

STEWARD DEL TENNI NON PAGATI, TREVISO-LECCE ERA A RISCHIO

Situazione sbloccata, la società avrebbe ripianato il debito


TREVISO - La partita Treviso-Lecce che è in programma domenica prossima allo stadio Tenni per la quarta giornata del campionato di LegaPro ha rischiato di essere risputata a porte chiuse, senza pubblico sugli spalti per l'assenza degli steward. La società che solitamente gestisce la sicurezza all'interno dell'impianto di via Ugo Foscolo, la “Assist”, aveva infatti minacciato nei giorni scorsi che non avrebbe fornito il servizio se la società biancoceleste non avesse provveduto a pagare il servizio fornito durante la scorsa stagione calcistica. La situazione si è sbloccata solo nelle ultime ore, nel corso del vertice Gos (Gruppo operativo di sicurezza) presieduto dal Questore di Treviso, Carmine Damiano: i dirigenti trevigiani avrebbero provveduto a ripianare il debito.